Trasporti, Porri: Più di 1500 euro per il pieno a un camion, gravi conseguenze per il settore dei trasporti

Autotrasportatori all’esasperazione per il costo dei carburanti, scioperi nazionali per chiedere più interventi al governo.

A novembre il pieno di un camion costava 750 euro, adesso oltre 1500 e le aziende lavorano in perdita, così si mettono a rischio tutti gli altri settori che dipendono direttamente dai trasporti su gomma, aggiungendo questo alla già allarmante situazione del caro bollette.

Stesso discorso per il comparto agricolo, il gasolio è aumentato almeno del 50% e gli agricoltori colpiti duramente dalla crisi riducono ulteriormente il guadagno, mettendo a rischio un intero settore su cui si fonda buona parte dell’economia nazionale.

Fratelli d’Italia chiede da giorni al governo di ridurre le accise e l’iva sui carburanti e di colpire duramente chi sta speculando in un momento così drammatico.

Le vicende degli ultimi giorni hanno evidenziato come l’Italia abbia bisogno di un piano strategico anche alternativo al trasporto su gomma, e come le infrastrutture abbandonate agli eventi abbiano bisogno di un progetto lungimirante che possa fronteggiare emergenze di questo tipo, considerando che l’Italia dipende interamente dalle forniture estere di carburanti.

Federico Porri – Responsabile provinciale dipartimento trasporti FdI

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.