Pensiline del Poggino, FdI interroga l’assessore Aronne su alcune modifiche al progetto

Perché le pensiline hanno un basamento di cemento così alto che fuoriesce dalla pavimentazione? A prescindere dall’ aumento dei prezzi perché il progetto è così diverso dall’originale che prevedeva altro tipo di pensiline e come si intende continuare nel lotto successivo?

Fratelli d’Italia presenta un’interrogazione sulle pensiline, in corso di realizzazione, del Poggino. “Con la precedente amministrazione, su proposta del delegato all’efficientamento energetico Gianluca Grancini, decidemmo di utilizzare i Fondi della Legge Fraccaro, prima 170.000 e poi 340.000 all’anno, per la realizzazione di un progetto di Efficientamento al Poggino – queste le parole del gruppo consiliare di FdI -.

Il progetto consiste nella realizzazione di un parcheggio coperto da pensiline di pannelli fotovoltaici che producono energia. Il parcheggio è al centro di Via dell’Industria e ben si sposa con la riqualificazione e l’allungamento dell’asse viario in questione previsto dal Bando delle periferie e già finanziato.

La prima annualità della Fraccaro venne utilizzata invece per realizzare il parcheggio alberato a Via Garbini. I lavori delle pensiline sono iniziati il 21 dicembre 2021, esattamente il giorno in cui è cessata l’amministrazione. Siamo andati a verificare lo stato dei lavori ma abbiamo trovato delle modifiche. Abbiamo anche appreso in consiglio dall’Assessore Aronne che i proventi degli indennizzi da fotovoltaico sarebbero diversamente destinati anziché, anche questi, a completamento del progetto come ipotizzato dalla vecchia amministrazione.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.