Festa dei nonni, l’amministrazione comunale se n’è dimenticata

Oggi ricorre la Festa dei nonni, una ricorrenza istituita con legge dello Stato n. 159 del 31 luglio 2005 e che non deve essere considerata una mera formalità ma che, invece, punta a riconoscere il fondamentale ruolo dei nonni nelle rispettive famiglie e nell’intera società”. La consigliera comunale Antonella Sberna (FdI) ricorda la ricorrenza. 

“Nel rivolgere, anche quest’anno, i miei personali auguri e quelli di tutti i consiglieri del gruppo di Fratelli d’Italia ai nonni di Viterbo, non posso non annotare le mancanze dell’amministrazione comunale in una giornata così significativa e nei confronti dell’intera popolazione anziana della città. Se in tutta Italia, dopo due anni di pandemia, sono stati organizzati molteplici momenti di partecipazione, a Viterbo l’amministrazione comunale sembra non essersene proprio ricordata.

Non si tratta, infatti, solo di una menzione o di un semplice augurio ma di una vera e propria ricorrenza che, negli anni, ha sempre consentito di individuare iniziative e progetti atti a mettere a centro dell’azione amministrativa tutti i cittadini che hanno qualche anno di esperienza in più. Prima della pandemia, infatti, venivano promosse azioni di prevenzione, partecipazione e informazione in collaborazione con le realtà sanitarie del territorio”.

Sberna ricorda le proposte di FdI. “Con riferimento alle politiche a favore della socializzazione delle persone anziane, nel recente assestamento di bilancio il nostro gruppo aveva presentato pochissimi emendamenti che proponevano, tra gli altri, un contributo di 15.000 euro rivolto ai centri per l’acquisto di giornali, a favore della connettività internet, piccole manutenzioni e per l’acquisto di materiali per le iniziative dei centri.

Nel ricordare la supponenza e superficialità con la quale la maggioranza ha bocciato l’emendamento, ribadisco come quello stanziamento sarebbe potuto servire anche per promuovere e sostenere iniziative rivolte ai nonni che frequentano i centri anziani. E invece, a nessuna iniziativa pubblica a favore della popolazione più anziana della nostra città l’amministrazione ha affiancato, con altrettanta triste coerenza, nessun sostegno ai centri che, ogni giorno, curano e promuovono attività di socializzazione e solidarietà a favore della la terza età.

Rivolgo, pertanto, un sentito apprezzamento ed un ringraziamento a tutti quei centri polivalenti e associazioni di volontariato senza scopo di lucro che, nonostante l’inerzia dell’Amministrazione, hanno inteso promuovere iniziative in questo senso e, che stringendo i denti, continuano la loro missione sociale sul territorio di Viterbo e degli ex comuni. Buona Festa dei nonni a tutti.

Antonella Sberna – Consigliere Comunale Fratelli d’Italia Viterbo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.